Torre di Babele Onlus HOME | DIARIO | LINK CONTATTI

Attività


Attivare risorse integrare sistemi
Attivare risorse integrare sistemi


Nell'ambito del bando di formazione 2007 del CSV Salento l'Associazione Torre di Babele, ha realizzato il progetto "ATTIVARE RISORSE INTEGRARE SISTEMI". IL TERRITORIO COME NUOVA DIMENSIONE PER LA PROMOZIONE DEGLI INTERVENTI SOCIALI.
Il progetto ha previsto la partecipazione delle seguenti risorse del volontariato i cui ambiti di attività riguardano essenzialmente l'integrazione sociale e la promozione interculturale:

  • l'associazione "Centro Sociale San Giovanni Battista" in qualità di soggetto proponente
  • la soc. Coop. Coopera s.r.l.
  • l'associazione Onlus "Mediterranea"

La progettazione partecipata rappresenta una specifica modalità da noi privilegiata per la costruzione di percorsi progettuali. Anche in questa esperienza si è cercato di costruire un consenso dei partecipanti inteso come senso di appartenenza verso le idee ed i percorsi da realizzare
Il percorso formativo, articolato in sette incontri, si pone le seguenti finalità:

  • fornire conoscenze sui temi della rete territoriale integrata dei servizi, in cui le associazioni si trovano quotidianamente ad operare
  • acquisizione di conoscenze su tecniche di intervento orientate al lavoro di gruppo(gruppi di auto-mutuo-aiuto e la mediazione nelle sue diverse forme)

Il lavoro di gruppo ,individuato come strategia eco-funzionale, è stato adottato in tutte le fasi del percorso formativo nella convinzione che tale metodo, in una logica di circolarità di alto contenuto partecipativo, risponde al fabbisogno formativo dei soggetti operanti nelle OdV,i destinatari del percorso formativo, presenti sul territorio, ma anche per fornire un percorso di arricchimento comune.
Negli incontri infatti è prevista non solo la lezione frontale da parte del docente/esperto, ma anche la sperimentazione diretta ed il coinvolgimento dei partecipanti.
Tale impostazione appare particolarmente adatta ad una realtà territoriale, come quella salentina, in cui la molteplicità di esperienze associative a volte ha fornito risposte, al bisogno sociale, in termini di frammentazione e/o sovrapposizione.
Gli incontri formativi hanno centrato alcuni obiettivi quali:

  • trasmettere e/o accrescere conoscenze metodologiche per l'analisi e decodifica della domanda sociale sia in termini individuali che collettivi
  • trasmettere e/o accrescere conoscenze sul concetto di territorio inteso non solo come dimensione geografica ma come contesto di lettura dei bisogni e di composizione delle risposte
  • sensibilizzare all'applicazione di metodologie di lavoro ad alto contenuto partecipativo ed alternativo alla gestione del conflitto

Brochure



Emozioniamoci
Emozioniamoci


Contattati dalla responsabile per la progettazione dell'Istituto Comprensivo "via Fatima" di Copertino (LE), ci è stato chiesto un intervento con i genitori dei bambini della scuola dell'infanzia al fine di portare a compimento, attraverso il loro coinvolgimento, un lavoro svolto dalle insegnanti nel corso dell'anno scolastico sull'espressione delle emozioni da parte dei loro figli.
Preliminarmente, abbiamo effettuato un'analisi della richiesta con un approfondimento dei bisogni specifici che motivavano la stessa, ed elaborato la nostra proposta consistente in un incontro di due ore con l'intero gruppo dei genitori articolato in tre momenti:

  • esposizione del lavoro effettuato dai docenti con approfondimento di tematiche specifiche da parte degli esperti con l'ausilio di slide
  • coinvolgimento del gruppo attraverso un questionario autosomministrato
  • dibattito e restituzione finale

Ecco di seguito il materiale relativo all'attività svolta.

Il progetto



Gener@zioni
Gener@zioni


Torre di Babele, nell'ambito della propria attività progettuale, ha aderito all'Avviso pubblico della Regione Puglia: "Azioni di Sistema per l'Associazionismo familiare" (Anno 2008) collocandosi nella rete partenariale che ha proposto e realizzato il progetto "Gener@zioni", approvato con Det. Dir. Servizio Sistema Integrato Servizi Sociali - Regione Puglia n.° 290 del 30.04.2009.

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO
Il progetto, svoltosi nell'arco di 12 mesi, a partire dalla firma della convenzione con la Regione Puglia, in data 27.10.2010 è stato caratterizzato sul piano operativo da una duplice linea di azione:

  • la realizzazione di una indagine conoscitiva mirata a comporre un quadro d'insieme delle pratiche e risorse presenti e attive nei servizi e sul territorio e a promuovere lo scambio e la condivisione di informazioni e buone prassi, per lo sviluppo di una rete (famiglia-servizi-territorio) che preveda la partecipazione attiva della comunità (Linea I dell'avviso pubblico).
  • La realizzazioni di azioni indirizzate agli studenti di 3 Istituti Scolastici Secondari del territorio di Lecce, alle loro famiglie, e al territorio in cui le Scuole sono inserite, orientate a generare un contesto facilitante per l'avvio di processi di responsabilizzazione e di partecipazione attiva (Linea III dell'avviso pubblico).

PARTENARIATO
Il partenariato, ha rappresentato il punto di forza di tutto il percorso progettuale traducendosi in un'alleanza collaborativa forte con le realtà istituzionali e associative coinvolte, complementari in termini di competenze e specificità di interventi.
La rete di parteneriato, così costituita, si è basata sull'integrazione delle competenze, sull'idea condivisa di promuovere lo sviluppo autonomo delle risorse individuali e di sollecitare una partecipazione attiva dei soggetti coinvolti nel progetto, nel rispetto delle pari opportunità di genere:
Istituto di Arti Terapie e Scienze Creative, ass.ne capofila, orientata alla prevenzione del disagio minorile e familiare, alla valorizzazione delle risorse individuali e collettive attraverso la ri-scoperta della propria creatività
Torre di Babele - onlus, ass.ne partner, competente nella promozione di azioni dirette al miglioramento dei processi comunicativi, delle dinamiche relazioni, alla promozione di processi mediativi in ambito familiare, culturale, scolastico
Coopera, soc. coop. partner, da sempre impegnata ha indirizzato nella promozione dei diritti degli immigrati, e nel favorire e sostenere il processo di inclusione sociale dei cittadini stranieri
Sud-Est - Manifatture knos, ass.ne partner, orientata all'integrazione, alla socializzazione ed al sostegno ai giovani attraverso la promozione di eventi culturali, la messa in comune di spazi creativi e dinamici
La rete di partenariato si è avvalsa della competenza di enti pubblici con riconosciuta esperienza nell'ambito della tematica adolescenziale:

  • Ce.Ps.I.A. (Centro per la Psichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza, ASL Lecce)
  • U.S.S.M. (Ufficio Servizi Sociali Minorenni del Tribunale di Lecce)
  • Gli istituti di istruzione secondaria, individuati come "sistema bersaglio", hanno giocato un ruolo centrale nell'analisi delle problematiche e nell'individuazione di strategie d'intervento alternative:
    "Antonietta De Pace", "Grazia Deledda", "L.G.M. Columella"

DESCRIZIONE SINTETICA DELLE AZIONI PROGETTUALI
LINEA I - INDAGINE CONOSCITIVA
OBIETTIVO GENERALE

incentivare lo scambio di informazioni, pratiche e risorse disponibili tra i diversi soggetti operanti in favore della famiglia attraverso una indagine conoscitiva sul territorio di Lecce.
OBIETTIVO SPECIFICO
approfondire il livello di comunicazione nella rete di servizi e tra servizi e utenza.
Destinatari:
L'azione ha coinvolto in particolare:

  • servizi AUSL (consultori; medici e pediatri di base; servizi specialistici quali: centro di psichiatria e psicoterapia per l'infanzia e l'adolescenza, servizio di riabilitazione, servizi di psicologia distrettuali, ecc.)
  • servizio sociale comunale
  • tribunale dei minori, servizio sociale minorenni
  • tribunale ordinario
  • altri servizi del privato sociale (centri di accoglienza, comunità, ecc.), servizi e associazioni per i migranti
  • associazioni di settore degli operatori (albi professionali, studi legali, ecc.)
  • istituti scolastici individuati per la linea 2

Metodologia:
l'indagine è stata effettuata attraverso la realizzazione di questionari e interviste semi-strutturate

LINEA 3: AZIONI DIRETTE
OBIETTIVO GENERALE

prevenire il fenomeno del disagio e della devianza adolescenziale e contrastare i fenomeni dell'abbandono e della dispersione scolastica. OBIETTIVI SPECIFICI

  • Promuovere/Sostenere la comunicazione tra sistemi/risorse
  • Promuovere spazi di riflessione nel circuito relazionale (scuola- minori-famiglia)
  • Promuovere lo sviluppo psicoaffettivo dell'adolescente, sviluppando le potenzialità creative e artistiche intese come risorse emotive interne
  • Rafforzare il senso della coesione e dell'inclusione sociale, attraverso il riconoscimento della propria identità socio-culturale e la valorizzazione dell'alterità
  • Sostenere la famiglia nel percorso di crescita dei propri figli, migliorando la comunicazione intergenerazionale e le strategie di coping adeguate alle diver

Destinatari:

  • Gli studenti delle prime e seconde classi dei tre Istituti Secondari Superiori partner
  • Le famiglie degli studenti
  • Gli insegnanti e gli operatori sociali del territorio

Metodologia:
è stata utilizzata una metodologia interattiva e dialogica, mirata al coinvolgimento diretto di tutti i soggetti, dove il setting di gruppo ha rappresentato il contesto operativo privilegiato sia relativamente al modello di lavoro dello staff di progetto sia riguardo alle attività previste: focus group, gruppi di discussione,laboratori espressivo-creativi

Invito

Il progetto



Torre di Babele Onlus - i servizi

Torre di Babele Associazione Onlus • Viale Lo Re n.75 • pi.93082280756 • tel. (+39)327.9565527 • info@torredibabele.le.it  |webdesign&code >)))° Big Sur